Scopri i Mercatini di Natale organizzati nelle località più suggestive del Trentino Alto Adige nel 2023, eventi magici che tutti gli anni fanno sognare tantissime persone. 

I Mercatini di Natale sono una tradizione antica e diffusa in molte località d’Italia, che si svolgono durante la stagione natalizia. Sono un’occasione perfetta per acquistare regali unici e originali, ma anche per immergersi nell’atmosfera più magica dell’anno e gustare cibi e bevande tradizionali. I Mercatini di Natale sono diventati nel tempo un vero e proprio fenomeno per appassionati, da tradizione antica ad’attrazione turistica che attira ogni anno visitatori da tutto il mondo. L’origine dei mercati di Natale risale all’epoca medievale, quando i mercanti ambulanti si riunivano nelle piazze pubbliche durante le festività per vendere i loro prodotti.

Con il tempo sono diventati sempre più elaborati e hanno iniziato a includere anche cibi e bevande, giocattoli e decorazioni festive. Ad oggi sono un’occasione per scoprire le tradizioni locali, per gustare le specialità culinarie della regione che si visita e per fare acquisti di regali originali quali oggetti in legno intagliato, ceramiche, vetro, candele e tessuti oltre che oggettistica per decorare la casa, addobbi e palline per gli alberi di Natale. Molti articoli sono spesso realizzati da artigiani di zona e sono un modo per sostenere l’economia locale.

Oltre alle bancarelle i Mercatini offrono spesso anche intrattenimenti per tutta la famiglia, come giostre e spettacoli musicali. Questi eventi sono un modo per creare un’atmosfera natalizia e per celebrare la stagione insieme ai propri cari. Sono ovviamente anche un ottimo pretesto per ammirare la bellezza delle città italiane ed europee durante la stagione delle feste. Insomma i mercatini di Natale sono un’esperienza unica e indimenticabile per chiunque voglia fare un viaggio durante il periodo invernale.

Ecco a seguire la nostra selezione di alcuni tra i Mercatini di Natale più belli di tutta l’area del Trentino Alto Adige, luogo già di per sè atmosferico durante l’inverno.

BRESSANONE – Ai piedi del magnifico Duomo, circondato da maestose dimore centenarie, si apre ai visitatori un mondo variopinto di profumi e sapori unici, fatto anche di sguardi sugli antichi mestieri artigianali ricchi di tradizione e passeggiate in carrozza per la città. Presepi realizzati a mano, sculture in legno, candele, oggetti di vetro e ceramica, mentre tipiche specialità della Valle Isarco allietano il palato, mentre in sottofondo melodiosi concerti d’Avvento invadono le strade. Bressanone, antica città vescovile, ospita uno dei mercati più caratteristici dell’Alto Adige. 40 espositori propongono artigianato artistico, decorazioni natalizie, articoli da regalo e delizie culinarie. Vero e proprio “Green Event”, propone un’offerta enogastronomica locale biologica e stagionale, sinonimo di sostenibilità, regionalità e genuinità, valori che da sempre contraddistinguono questa regione.

Punta sulle peculiarità locali, sui prodotti di qualità e sull’artigianato, rendendosi inconfondibile nel panorama delle iniziative natalizie. Il mercatino di Bressanone, si apre, come da tradizione, con la parata degli angeli. Poi, come ogni anno, in cartellone vi è un ricco programma di manifestazioni collaterali con gruppi musicali, cori, suonatori di organetto, sfilate, tour in carrozze e visite guidate al Duomo e alla collezione di presepi custodita nel Museo Diocesiano. I visitatori, inoltre, possono trovare anche laboratori dove poter imparare antichi mestieri come la lavorazione del feltro o la creazione di corone d’Avvento. In piazza Vescovile, invece, non mancherà la pista di pattinaggio. Il 5 dicembre di ogni anno, al calar delle tenebre irrompono per le vie del paese i Krampus rendendo un atmosfera davvero magica a tutta la Piazza.

MERANO – I Mercatini di Natale di Merano sono più di 80 stand sul lungofiume termale, una magica atmosfera natalizia in una cornice spettacolare. Aperti dal 24.11.2023 al 06.01.2024
Si estende su tutta la Kurpromenade, fino alla piazza delle Terme; lontano da traffico e rumore, il Meraner Weihnacht, è avvolto da un’aura fiabesca. Passeggiando per le casette di legno degli artigiani si potrà ammirare anche la bellezza del centro storico e sentire il calore dell’Avvento, toccare con mano la tradizione e gustare il piacere dei dolci e delle pietanze fatte in casa. Il mercatino è reso ancora più speciale dal Villaggio Natalizio Storico in piazza della Rena. I piccoli ospiti potranno incontrare la mascotte dei Mercatini e partecipare ai laboratori e agli spettacoli. Come ogni anno, infatti, l’Avvento è allietato da un ricco programma di concerti ed iniziative. Tra gli eventi più caratteristici vi è la sfilata di San Nicola con i Krampus. Inoltre, da fine novembre ad inizio gennaio, in Piazza Terme, si può pattinare godendosi la vista sullo splendido Kurhaus in stile liberty.  Anche il mercatino di Merano è un “Green Event“ ed è sinonimo di sostenibilità, regionalità e genuinità, valori che da sempre contraddistinguono l’Alto Adige.

BOLZANO – Il Mercatino di Natale di Bolzano (Bozner Christkindlmarkt), con più di ottanta casette dai caratteristici tetti in loden, è considerato uno dei più grandi e più importanti d’Italia. Dal 1990, Piazza Walther, magnificamente addobbata per l’Avvento, attira una folla di visitatori. Una grande festa per tutti i sensi: si potrà godere del profumo di cannella, delle spezie e del legno di montagna, delle lucine degli addobbi e degli alberi di Natale, mentre le dolci note dei canti natalizi ed i sapori della tradizione e del vin brulé rallegrano l’aria ed il palato. Passeggiare alla ricerca di un regalo per sé o per i propri cari, tra idee realizzate in lana cotta o intramontabili loden.

Il Mercatino di Natale è l’epicentro di una serie di appuntamenti indetti e organizzati dall’Azienda di Soggiorno e Turismo di Bolzano. Alcuni imperdibili esempi sono la Corte delle Stelle, splendida occasione per riscoprire l’artigianato artistico degli artigiani Atesini, la Lunga Notte dei Musei, il “Parco di Natale”, il Mercatino di Natale della solidarietà, San Nicolò al Mercatino di Natale con Krampus, il BOclassic – Corsa di San Silvestro ed il Passion Gala Spettacolo sul ghiaccio al Palaonda. Come da tradizione, inoltre, la facciata della casa natale dell’astronomo Max Valier, sita proprio di fronte al Duomo, viene trasformata in un classico Calendario dell’avvento. Anche il mercatino di Bolzano è un “Green Event“ ed è sinonimo di sostenibilità e genuinità, valori che da sempre contraddistinguono l’Alto Adige. Punta sulle peculiarità locali, sui prodotti di qualità e sull’artigianato di ieri e di oggi, rendendosi inconfondibili nel panorama delle iniziative natalizie.

ROVERETO – Rovereto, il cuore della Vallagarina, ospita uno dei mercatini più originali del Trentino in quanto riesce a riunire armoniosamente, in un’atmosfera particolarmente suggestiva, culture differenti. Passeggiando tra le bancarelle si possono trovare prelibatezze eno-gastronomiche, idee regalo, addobbi, manufatti in legno d’olivo, madreperla e ceramica, ma anche gioielli e altri prodotti artigianali. Dal 2018 il tradizionale “Natale dei Popoli” ha ceduto il posto a “FestivalNatale”, una serie di eventi per vivere le festività natalizie in musica e all’insegna del divertimento. I mercatini sono accompagnati da oltre sei settimane di eventi. Concerti (il più importante è quello della Vigilia) e iniziative riempiono le piazze della città e incantano grandi e piccini.

Filo conduttore degli eventi, La Luce, simbolo di fratellanza, solidarietà e umanità, e portatrice di un messaggio di Pace. Luce che illumina le facciate dei palazzi, colora le vie e le piazze e crea suggestivi scenari per Presepi, mostre dedicate alla storia di Rovereto ed eventi. Iniziative che vedono protagonisti i cori di montagna e le voci dei bambini, le musiche gospel e i passi delle scuole di danza, i suoni degli zampognari e le vivaci proiezioni luminose. L’inaugurazione dei Mercatini del Natale di Luce è prevista in Largo Foibe. Lo spirito del Natale ed il territorio trentino si uniscono, per tradizione, nel maestoso albero allestito in Piazza Rosmini, che si slancia verso il cielo a simboleggiare un ponte tra la città e la montagna, un rapporto nuovo tra l’uomo e l’ambiente, e l’unione fra i popoli per la Pace. Per i bimbi, invece, c’è il Villaggio di Babbo Natale, un luogo in cui scrivere letterine da appendere all’Albero dei Desideri, partecipare a laboratori creativi con l’aiuto degli amici Elfi e ascoltare Miti e Leggende.

ARCO – Il mercatino di Natale di Arco (cittadina a Nord della piana dell’Altogarda) si ispira ad una frase di Charles Dickens: «Onorerò il Natale nel mio cuore e cercherò di tenerlo con me tutto l’anno». Ogni anno, gli organizzatori, si impegnano ad onorare la promessa di stupire, meravigliare, incantare e far sognare gli ospiti di ogni età. Passeggiando per le sue 40 cassette in legno si potranno scoprire sapori trentini e italiani, trovare gioielli artigianali di pregevole fattura, acquistare caratteristici addobbi natalizi e tante idee regalo (capi d’abbigliamento, accessori, candele…). Come ogni anno, il mercatino fa da sfondo a numerosi eventi, il più atteso è lo spettacolo pirotecnico tra Castello e Olivaia.

Il cielo notturno che sovrasta il Mercatino di Natale di Arco si tingerà di affascinanti coreografie luminose. Come ogni anno mani esperte spareranno dalla pittoresca rocca del Castello i fuochi d’artificio per rendere ancora più magica la notte incantata del mercatino natalizio arcense. Il villaggio delle casette rimarrà aperto fino a fine spettacolo. Dal 26 dicembre al 6 gennaio va in scena lo Spettacolo Favoloso – Un fascio di luce intriso di storia, una fiaba nuova, una leggenda locale. Anche quest’anno continua il racconto luminoso di Arco, del suo maniero e dei protagonisti che da due edizioni vengono proiettati in video-mapping sulla facciata del Municipio. All’Immacolata si svolgerà il concerto della Camerata Musicale Città di Arco nella Chiesa Collegiata di Arco. Nel pomeriggio dell’antivigilia di Natale, invece torna il concerto natalizio dell’ensemble vocale Arco Antiqua presso il Casinò di Arco. 

TRENTO – Trento si trasforma in una vera e propria Città del Natale, presentandosi al pubblico illuminata e addobbata per coinvolgere i visitatori in un’atmosfera unica. Il programma prevede numerosi appuntamenti musicali con bande e concerti. La visita ai Mercatini di Natale può essere l’occasione giusta per conoscere l’elegante città incastonata nel cuore delle Alpi. Il Mercato di Trento festeggia, nel 2023, la sua 29esima edizione. Più di 75, anche quest’anno, le “casette di legno” dislocate, come da tradizione, nelle due storiche piazze della città, piazza Fiera e piazza Cesare Battisti. Curiosando tra gli stand si possono trovare addobbi natalizi, statuine del presepe, manufatti in legno (soprattutto decorazioni), artigianato tipico alpino. Ovviamente, non mancheranno intramontabili “articoli-regalo” come pantofole, sciarpe, guanti, cappellini, cuscini con cirmolo. I Mercatini di Natale di Trento, che si aprono con una grande festa, sono accompagnati da una serie di eventi collaterali per tutta la famiglia.

Nelle chiese della città verranno organizzati concerti natalizi gratuiti con grandi interpreti del mondo musicale e spettacoli itineranti. Attraverso le installazioni artistiche, poi, si potrà riscoprire la storia e la bellezza della città. I più piccoli, invece, potranno godere appieno la sognante atmosfera natalizia; nei pressi dei mercatini principali, infatti, si potrà visitare la casa di Babbo Natale ed avventurarsi in un magico e fiabesco percorso. Oltre ad una piccola fattoria didattica, con tanti laboratori creativi, tornerà l’attesissimo trenino di Natale che conduce alla scoperta degli angoli più suggestivi della città. Da qualche anno a questa parte, l’amministrazione comunale, approfitta dei Mercatini di Natale e non solo, per presentare progetti benefici e raccolte fondi, ma anche per lanciare una serie di iniziative concrete a favore del territorio (un’occasione per conoscere meglio le proposte di mobilità a basso impatto e l’energia pulita, ma anche per valorizzare i prodotti a km 0).

LEVICO TERME – Giunto alla 22esima edizione, il Mercatino di Natale si svolge all’interno del Parco Secolare degli Asburgo, il più importante giardino storico dei Grandi Giardini Italiani. Si tratta di un giardino nato con lo scopo di creare un ambiente rilassante e rigenerante, vi sono oltre 125 arboree differenti, tra cui anche piante esotiche, che anche d’inverno, magari innevate, mantengono un grande fascino. In occasione dell’inaugurazione dei mercatini di natale di Levico Terme nel parco si potranno rivivere i tempi della belle époque, grazie alle rievocazioni del periodo asburgico, attraverso sfilate e balli di corte in costume. Il Mercatino di Natale di Levico Terme ha il sapore di una favola antica, un viaggio tra l’eccellenza dei prodotti artigianali, il gusto dei sapori di montagna, delle tradizioni, delle specialità regionali, il profumo di spezie, vin brûlé, manufatti artigianali, decorazioni natalizie, oggetti in pelle, vetro, legno, tessuto, raccontati dalle persone che li realizzano, il tutto incorniciato dalle migliaia di luci che rivestono gli alberi come in una favola. 

LAGO DI CAREZZA – Lo sfondo del Lago di Carezza, con il Latemar e il Catinaccio, che contornano il piccolo mercatino di Natale, è semplicemente magico e incantevole. La passeggiata attorno al lago, ripulita dalla neve e illuminata con motivi natalizi, le casette in legno con le sembianze di gigantesche lanterne, meravigliose sculture di neve e ghiaccio, un presepe con figure a grandezza naturale, i tipici prodotti dell’Alto Adige, dagli infusi fino agli splendidi oggetti scolpiti in legno di pino cembro, i suoni natalizi, il profumi di biscotti appena sfornati e le grandi stufe a legno per scaldarsi, trasformano il mercatino di Natale al Lago di Carezza in un luogo magico. È l’avvento di una volta, che potete riscoprire nella Val d’Ega, un fantastico mondo invernale.

VAL GARDENA – Sono due i mercatini di Natale gardenesi: quello di Ortisei e quello di Selva di Val Gardena. I comuni allestiscono le tipiche casette di legno addobbate, con gruppi musicali e canori che intrattengono con musiche natalizie, ed oltre agli allestimenti in entrambi troviamo gli articoli natalizi artigianali, come presepi e figure di legno intagliato, candele, manufatti di porcellana e ceramica, decorazioni per l’albero di Natale, prodotti di maglieria e ricamo. Non mancano inoltre le specialità natalizie: biscotti di panpepato, pane dolce alla frutta, il vin brûlé e altre bevande calde. Un luogo perfetto per vivere la magia del Natale, assaporare piatti tipici e fare acquisti alle bancarelle.

SAN CANDIDO – Il Mercatino di Natale si svolge ogni anno da fine Novembre a inizio Gennaio. Quello che viene apprezzato di più dai visitatori: l’amore per il dettaglio, la tradizione e la naturalezza. Incorniciato tra le Tre cime delle Dolomiti, San Candido, durante il periodo Natalizio si riempie di magia e il centro storico si anima con il tradizionale mercatino, composto da casette in legno che ospitano solo artigiani locali. I prodotti, alimentari ed artigianali, vi racconteranno la storia di questo luogo, e le decorazioni e le luci che si accenderanno quando calerà la sera vi faranno vivere una favola. San Candido mostra l’avvento come una volta: antichi valori, usanze vissute e un’atmosfera fiabesca. 

VIPITENO – L’incantevole città medievale di Vipiteno durante il periodo dei mercatini diventa ancora più romantica. Passeggiare tra le bancarelle che si snodano sotto la Torre delle Dodici, costruita nel 1486 ed illuminata a festa, è come vivere una fiaba. Oltre ai tipici prodotti artigianali, si possono ammirare presepi e fastosi addobbi, trovare prodotti agricoli e le prelibatezze tipiche regionali: formaggi e salumi di qualità, vini, liquori, cioccolato, dolci della tradizione (Spitzbuam”, “Zelten” e “Stollen”), ma anche tisane di erbe e prodotti biologici delle fattorie alpine locali. Il 5 dicembre sarà il “giorno dei Diavoli”, i leggendari Krampus.

Mentre il servo Ruprecht e i mori aiutano San Nicolò a distribuire i regali, i diavoli (in gergo “Tuifl”) mantengono l’ordine con le loro aste e lasciano tracce del loro passaggio annerendo qualche viso. In origine, questa usanza veniva praticata all’inizio dell’inverno per dissuadere le minacce degli spiriti dell’oscurità e del gelo. La sfilata tradizionale ha inizio alle ore 18, parte dal nord del centro storico, attraversa Città Vecchia fino a Piazza Città, passa sotto la Torre delle Dodici e scende fino alla fine di Città Nuova. Prima della sfilata San Nicolò si aggira per Vipiteno facendo diverse visite in casa sempre accompagnato dai suoi diavoletti. Durante i mercatini, all’interno della torre si potranno ammirare 6 presepi fatti a mano di diverse grandezze, scoprire la città in carrozza e pattinare in piazza. Anche il mercatino di Vipiteno è un “Green Event” ed è sinonimo di sostenibilità, regionalità e genuinità, valori che da sempre contraddistinguono l’Alto Adige. 

CANALE DI TENNO – L’antico borgo medioevale di Canale di Tenno (uno dei borghi più belli d’Italia), tra le sue massicce case in pietra che s’inerpicano sul fianco della montagna, i vòlti, i vicoli e i cortili, ospita un Mercatino di Natale unico nel suo genere. Nelle cantine si trovano le bancarelle colorate, colme di prodotti tipici locali e di oggetti confezionati con passione da abili artigiani e hobbisti. La tradizione trova spazio anche in cucina, dove vengono riproposti i sapori genuini di quest’angolo di Trentino. La vigilia di Natale, prende il via il tradizionale Corteo dei Pastori che accompagna la Sacra Famiglia alla Messa di mezzanotte nella Chiesa di Ville del Monte. Da non perdere, a Santo Stefano, il Presepe Vivente allietato dalle melodie degli zampognari e tornano a vivere consuetudini e mestieri d’un tempo. Un’occasione per scoprire come si faceva il pane – o il bucato – una volta, l’arte della filatura e quella dei fabbri, chi impasta il pane, chi fila la lana, chi batte il ferro, chi fa il bucato con la cenere, il borgo si fa cornice di una vera Natività contadina.

LAGUNDO – Ospita solo una quindicina di bancarelle che riempiono il centro storico di colori e profumi. Vi si trovano, soprattutto, i tipici biscotti di Natale, panettone, “Stollen“, Zelten” e altre specialità natalizie. Non mancheranno lavori all’uncinetto, oggetti d’artigianato in legno, feltro e ceramica, bigiotteria, “Sarner” lavorati a mano, composizioni floreali, candele, lanterne e lampade artigianali. Completano l’offerta due stand gastronomici pronti ad offrire specialità sudtirolesi come “Muas” e “Plentener Ribl”. Troverete un’atmosfera familiare, una grande casa di pan di zenzero, bancarelle decorate a tema natalizio con idee regalo e prelibatezze regionali. La piazza della chiesa si illumina di luci, la musica natalizia accompagna ogni ambiente e il profumo del vin brûlé e dei prodotti appena sfornati si diffondono ovunque. Gli intermezzi musicali accompagneranno lo shopping insieme ad un programma di attività dedicato ai bambini e all’immancabile ed amata pista di pattinaggio sul ghiaccio.

BRUNICO – Brunico, principale centro della Val Pusteria, si trova poco distante dalle piste da sci di Plan de Corones. Passeggiando tra le bancarelle – che riempiono le vie tra Parco Tschurtschenthaler e Via Bastioni – potete trovare innovative idee regalo, i migliori prodotti artigianali altoatesini e alcune prelibatezze gastronomiche (come i deliziosi biscotti di panpepato e lo Zelten). Durante i mercatini, si potrà pattinare sul ghiaccio nel cuore della città ed assistere alla tradizionale sfilata dei Krampus con oltre 400 “diavoli” che infestano il centro della città e spaventano il pubblico. Pochi giorni prima del Natale, invece, ci sarà la rappresentazione del presepe vivente. Durante l’Avvento, la Oberstadt propone un concetto che si discosta volutamente dall’aspetto frenetico e commerciale del Natale, presentandosi ai visitatori come luogo dedicato all’arte, alla quiete e al raccoglimento. La manifestazione “Vivere il Natale a Brunico” offre inoltre la possibilità di usufruire di visite guidate durante i weekend del periodo natalizio per conoscere l’intera città e la sua arte e storia. Si tratta di un “Green Event“ ed è sinonimo di sostenibilità, regionalità e genuinità, valori che da sempre contraddistinguono l’Alto Adige. 

Altri comuni da segnalare per i loro meravigliosi ed atmosferici Mercatini di Natale sono: Cavalese, Tesero, Pergine Valsugana e Lagundo.

La nostra agenzia, tramite i siti Natale-Mercatini.com e Oceanya.it, propone ogni anno le proposte più belle ai prezzi più interessanti del web per permettervi di visitare i Mercatini di Natale migliori d’Italia e d’Europa. I pacchetti presentati sulle nostre pagine sono solo alcune delle nostre proposte di soggiorno che possono essere tutte realizzate su misura. Venite a dare un’occhiata a tutti i mercatini presenti tramite i link, così da rimanere aggiornati su eventuali cambiamenti e su quali eventi saranno confermati o meno.