Domani è il 18 Maggio, giorno dedicato ai musei, approfittiamone per concederci una visita presso uno dei tanti meravigliosi e incredibili luoghi di culto del nostro patrimonio artistico che il nostro paese custodisce e per i quali siamo visitati ogni anno anno da visitatori di ogni parte del mondo. Qui ve ne proponiamo 15 + 1. 

È dal 1977 che ogni anno ICOM organizza a livello mondiale la Giornata Internazionale dei Musei (International Museum Day – IMD) selezionando di volta in volta un tema specifico. Nello specifico durante il 18 Maggio e nei giorni precedenti e antecedenti i musei che partecipano all’iniziativa programmano eventi innovativi e attività inerenti al tema prescelto e coinvolgono il proprio pubblico, evidenziando l’importanza del ruolo dei Musei come istituzioni al servizio della società e del suo sviluppo.

Le iniziative per celebrare questa ricorrenza possono durare un giorno, un weekend o un’intera settimana. Ma il vero obbiettivo di questa giornata è avere consapevolezza del fatto che, i Musei sono un importante mezzo di scambio culturale, arricchimento delle culture e sviluppo di comprensione reciproca, cooperazione e pace fra i popoli.

In Europa dal 2011 si celebra anche la Notte Europea dei Musei, ogni anno il sabato precedente la Giornata Internazionale dei Musei. Creato nel 2005 dal Ministero della Cultura e della Comunicazione francese, l’evento invita i musei ad aprire le loro porte al pubblico fino all’una di notte e in maniera gratuita. Accogliendo con questo sistema i visitatori, i musei possono offrire una nuova prospettiva sulle loro collezioni, applicando un approccio più creativo e sensoriale.

A seguire una nostra personale classifica dei 15 + 1 musei più belli e visitati d’Italia. 

Ovviamente si tratta di una lista parziale, minima, dettata anche dai dati statistici, ma in realtà potremmo spendere righe su righe nel tentativo di inserire veramente tutti gli splendidi musei del nostro paese. 

1. Museo Egizio – Torino 

Il Museo Egizio di Torino è il più antico, a livello mondiale, interamente dedicato alla civiltà nilotica ed è considerato, per valore e quantità dei reperti, il maggiore dopo quello del Cairo. Nel 2019 la struttura ha fatto registrare 853.320 visitatori, risultando la sesta più visitata in Italia. Se non potete andare in Egitto, ritroverete le sue meraviglie in questo Museo. Al suo interno conserva ben 37.000 reperti risalenti ad epoche diverse che vanno da quella paleolitica a quella copta.

2. Galleria dell’Accademia – Firenze 

Quarto in Italia per numero di visitatori, espone il maggior numero di sculture di Michelangelo al mondo (ben sette), fra cui il celebre David. Meta annuale di 1,7 milioni di visitatori. All’interno della Galleria fiorentina sono ospitate anche altre sezioni, tra cui anche la raccolta più vasta ed importante al mondo di opere pittoriche a fondo oro e infine il Museo degli strumenti musicali, dove sono esposti molti manufatti appartenenti alla collezione storica del Conservatorio Luigi Cherubini.

3. Musei Reali e Reggia di Venaria – Torino 

Questa seria di musei comprende il Palazzo Reale, i Giardini Reali, la Biblioteca e l’Armeria Reale, la Galleria Sabauda, il Museo Archeologico, il pian terreno di Palazzo Chiablese e la Cappella della Sacra Sindone. Inoltre a Torino, oltre 960.000 persone ogni anno visitano la bellissima reggia-museo di Venaria, che oltre a raccontare la storia e la vita di re e regine, espone preziosissime opere d’arte di ogni tempo Il sito fa parte della Lista UNESCO come Patrimonio dell’umanità dal 1997.

4. Cappella San Severo – Napoli 

Luogo mistico e misterioso, questa chiesa oggi sconsacrata, ospita il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino, opera celebre in tutto il mondo per la resa prodigiosa della “tessitura” di velo marmoreo. Oltre ad essere ricca di altre meraviglie del virtuosismo come il Disinganno ed enigmatiche presenze come le Macchine anatomiche, la Cappella Sansevero rappresenta uno dei più singolari monumenti che l’ingegno umano abbia mai concepito. Un mausoleo nobiliare, un tempio iniziatico in cui è mirabilmente trasfusa la poliedrica personalità del suo geniale ideatore.

5. Pinacoteca di Brera – Milano 

La Pinacoteca di Brera è una galleria nazionale d’arte antica e moderna, collocata nell’omonimo palazzo, uno dei complessi più vasti di Milano con oltre 24mila metri quadri di superficie. Espone celebri raccolte di pittura, veneta e lombarda, con importanti pezzi di altre scuole. Nel corso del tempo tra Caravaggio, Raffaello, Tintoretto, Hayez ed altri importantissimi esponenti, si è trasformata in un vero e proprio scrigno di opere d’arte di livello mondiale. 

6. Galleria degli Uffizi – Firenze 

Fa parte del complesso museale denominato “Le Gallerie degli Uffizi” che comprende anche il Corridoio Vasariano, le collezioni di Palazzo Pitti e il Giardino dei Boboli. Le quattro realtà unificate costituiscono uno dei musei più belli e ricchi al mondo. Qui si trovano le più cospicue collezioni esistenti di Raffaello e Botticelli, oltre ai nuclei fondamentali di opere di Leonardo Da Vinci, Giotto, Tiziano, Pontormo, Bronzino, Andrea del Sarto, Caravaggio, Dürer e Rubens. Con 4.391.000 persone che ogni anno lo scelgono, questo museo è sicuramente uno dei degli italiani più amati. Qui si respira il profumo della Firenze medicea e non costa fatica la lunga fila fuori dal portone, se in cambio se ne ricava tanta bellezza. 

7. Galleria Borghese – Roma 

Questo museo con sede nella suggestiva cornice di Villa Borghese Pinciana a Roma, ospita tuttora gran parte della collezione iniziata da Scipione Borghese, cardinal-nipote di Paolo V, cui si deve anche la costruzione della villa stessa. Espone opere di Bronzino, Canova, Raffaello, Perugino, Lorenzo Lotto, Antonello da Messina, Cranach, Annibale Carracci, Pieter Paul Rubens, Bellini, Tiziano e molti altri. Si può considerare unica al mondo per quel che riguarda il numero e l’importanza delle sculture del Bernini e delle tele del Caravaggio.

8. Palazzo Ducale e San Marco – Venezia 

I meravigliosi musei civici di Venezia sono situati nella cornice spettacolare del Palazzo Ducale che si affaccia sullo scenario della laguna più bella del mondo. Questa era la residenza, un tempo, del Doge, ed è uno dei simboli di Venezia, che la contraddistinguono nel mondo. E’ un’opera in stile gotico veneziano che sorge nella famosa Piazza San Marco.  All’interno è possibile ammirare, tra gli altri, le opere di un’ampia pinacoteca, che comprende opere realizzate dai più famosi maestri veneziani, tra i quali: Jacopo e Domenico Tintoretto, Tiziano Vecellio, Francesco Bassano, Paolo Veronese, Giambattista Zelotti, Jacopo Palma il Giovane, Andrea Vicentino e Antonio Vassilacchi.

9. Museo Archeologico Nazionale – Napoli 

Vanta il più ricco e pregevole patrimonio di opere d’arte e manufatti di interesse archeologico in Italia ed è considerato uno dei più importanti musei archeologici al mondo, con la più vasta collezione d’arte classica greco-romana del pianeta; in particolare, la più importante per quanto riguarda la pittura romana. Il museo è costituito da collezioni private acquisite o donate alla città nel corso dei secoli. 

10. Museo dell’Opera del Duomo – Firenze 

Raccoglie opere d’arte provenienti dal complesso sacro del Duomo di Firenze, Battistero e Campanile di Giotto, con un nucleo importantissimo di statuaria gotica e rinascimentale. Tra le opere più importanti, lavori di Andrea Pisano, Arnolfo di Cambio, Nanni di Banco, i rilievi originali della Porta del Paradiso di Ghiberti, la Pietà Bandini di Michelangelo e una delle più ampie collezioni al mondo dei capolavori di Donatello.

11. Collezione Peggy Guggenheim – Venezia 

La Peggy Guggenheim Collection è un museo sul Canal Grande a Venezia con sede a Palazzo Venier dei Leoni, facente parte della Solomon R. Guggenheim Foundation. Raccogliendo principalmente la collezione d’arte personale di Peggy Guggenheim questo luogo, un tempo anche sua abitazione privata, è uno dei principali musei italiani nel campo dell’arte europea e statunitense della prima metà del ventesimo secolo.

12. Reggia di Caserta – Caserta 

E’ definita la piccola Versailles italiana ed è l’orgoglio della città di Caserta. Questa Reggia è appartenuta ai Borbone e a un breve periodo dai Murat. E’ la residenza reale più grande al mondo in volume e dal 1997 è Patrimonio dell’Umanità UNESCO, insieme all’acquedotto di Vanvitelli e il complesso di San Leucio. La Reggia viene vista ogni anno da 845.000 persone.

13. Parco archeologico del Colosseo – Roma 

Con oltre 7,5 milioni di visitatori in un anno, il Parco Museo Archeologico del Colosseo a Roma supera la fama mondiale dei Musei Vaticani. In realtà, i due enti sono spesso allo stesso livello, rincorrendo a turno un primato che di volta in volta cambia. Il fascino della Roma Antica, così tangibile nel maestoso teatro, è un’emozione fisica vivissima che coinvolge tutti.

14. Parco archeologico di Pompei – Pompei 

La città incantata, la città pietrificata, la testimone muta dell’apocalisse e di un’era lontanissima è Pompei. Le riconoscono questo valore i 3,9 milioni di visitatori che ogni anno passeggiano per le vie, le case, i negozi delle rovine antiche, riemerse dalla cenere millenaria del Vesuvio. Un vero e proprio museo all’aperto è infatti ciò che il turista si ritrova ad accogliere una volta varcati i cancelli. Pompei può essere considerata, insieme anche ad Ercolano, un qualcosa di unico nel suo genere.

15. Museo della Specola – Firenze 

“La Specola” è una delle sedi del Museo di Storia Naturale dell’Università di Firenze, erede del più antico museo scientifico d’Europa: qui si trova una delle collezioni di cere anatomiche meglio conservate al mondo.

+ 1. Musei Vaticani – Stato del Vaticano 

Sembrava una grande assenza, quella dei Musei Vaticani, ma sono esclusi in via ufficiosa dalla lista in quanto non situati sul territorio italiano, ma tappa obbligatoria per tutti coloro che si trovino nella Capitale.  

Fondati da papa Giulio II nel XVI secolo, sono una delle raccolte d’arte più grandi al mondo. Espongono l’immensa collezione accumulata nei secoli dai papi, oltre alla Cappella Sistina e agli appartamenti del pontefice: affrescati da Michelangelo e Raffaello, questi ultimi sono parte delle opere che i visitatori possono ammirare all’interno. Il grande polo museale che raccoglie tutte le collezioni d’arte del Vaticano, delle varie donazioni, oltre ad alcuni ambienti vaticani stessi è una città nella città. Visitare tutti i Musei Vaticani nella loro interezza richiede circa 24 ore.