I corridoi turistici sicuri diventano finalmente una realtà all’aeroporto di Fiumicino. Dopo l’avvio dei voli Covid Tested tra Roma e Milano operativi dal 16 settembre scorso lo scalo sarà il primo in Europa ad attivare lo stesso tipo di collegamenti tra Roma e gli aeroporti statunitensi di New York JFKNewark e Atlanta grazie alla collaborazione di Adr con Alitalia Delta Air Lines.

Una mossa fondamentale per sbloccare gli spostamenti long haul, perché evita ai passeggeri l’imposizione della quarantena fiduciaria all’arrivo grazie a nuovi sistemi di controllo in partenza. La nuova procedura, oltre a eliminare le restrizioni per i viaggiatori, è in oltre in grado di dare garanzie ancora migliori rispetto all’isolamento fiduciario.

Nuovo protocollo da dicembre
Il protocollo, che verrà avviato in via sperimentale già a partire da dicembre, prevede che i passeggeri dei voli Covid Tested, in arrivo dagli aeroporti americani di New York JFK, Newark e Atlanta, non siano soggetti all’obbligo di quarantena fiduciaria in Italia grazie ad almeno un test molecolare o antigenico effettuato non più di 48 ore prima dell’imbarco e ad un ulteriore test ripetuto allo sbarco a Fiumicino, per maggiore tranquillità.

Obiettivo sicurezza
“Garantire la sicurezza ai passeggeri è uno dei prerequisiti essenziali per rilanciare il traffico aereo, tuttora gravemente impattato dagli effetti della pandemia – spiega l’amministratore delegato di Adr, Marco Troncone -. A questo fine, Adr ha definito con determinazione un percorso da subito basato su un aeroporto a massima sicurezza e poi orientato alla proposizione di nuovi protocolli di viaggio sicuri e innovativi, prima sviluppati su base prototipale sulla Roma-Milano ed oggi estesi su importanti destinazioni di lungo raggio in stretto coordinamento con Alitalia e Delta Air Lines”.

Test rapidi e drive-in
Fin dall’inizio della pandemia la sicurezza è sempre stata obiettivo prioritario per Fiumicino. Già da metà agosto allo scalo – unico aeroporto al mondo ad aver ottenuto da Skytrax il rating massimo di 5 stelle sui protocolli sanitari anti-Covid – è attivo nell’area Arrivi del Terminal 3 di Fiumicino un centro di testing rapido, con risultato in meno di 30 minuti, gestito da personale medico della Regione Lazio e dell’Usmaf-Ministero della Salute; da settembre è stato inoltre attivato nel parcheggio Lunga Sosta di Fiumicino un drive-in, disponibile anche alla cittadinanza oltre che ai passeggeri, gestito dalla Regione Lazio con la Croce Rossa Italiana e operativo 24 ore su 24.

Ora l’ultimo passoquello più importante per la ripresa del turismo di lungo raggio. Se tutto andrà bene, dopo la fase sperimentale di quest’inverno la nuova modalità di viaggio sarà resa più ampiamente disponibile in vista della prossima summer 2021. È inoltre in dirittura d’arrivo l’ordinanza dei Ministeri della Salute, dei Trasporti e degli Esteri che autorizzerà anche corridoi Covid Tested tra Monaco di Baviera, Francoforte e Fiumicino, per assicurare che questa nuova modalità di viaggio possa essere sperimentata anche all’interno dell’Unione europea.

Fonte: ttgitalia.com