Capodanno è sicuramente uno dei periodi migliori per viaggiare, in quanto permette di vivere molti luoghi del mondo immersi in un’atmosfera di festa e celebrazione sia religiosa, ma anche di intrattenimento e divertimento. Vediamo insieme 6 mete che quest’anno ti proponiamo per un viaggio indimenticabile. 

Ovviamente non dimentichiamoci che in molti paesi del mondo il primo dell’anno avviene in periodi che non coincidono con la notte tra il 31 Dicembre e l’ 1 Gennaio, in quanto questo vale solo per coloro che seguono il calendario gregoriano. Questa però è un’ottima occasione per poter festeggiare questo giorno con un bel viaggio anche in altri periodi dell’anno e così scoprire delle tradizioni realmente lontane dalle nostre e per questo ancor più affascianti. 

In questo approfondimento ci concentreremo su proposte di viaggio che ci condurranno in luoghi dove il primo dell’anno coincide con il primo di Gennaio.  

1 – Playa del Carmen: Un paradiso tropicale messicano per una fuga invernale indimenticabile

Se desideri sfuggire alla neve e al freddo durante gli ultimi giorni dell’anno in un ambiente tropicale, non c’è posto migliore del Messico. Playa del Carmen è una località costiera situata nella Riviera Maya, nella splendida regione del Quintana Roo. Una delle principali ragioni per visitarla durante questo periodo è il clima favorevole. Dicembre è il momento ideale per godersi una temperatura media di 25-30 gradi. Inoltre la città è ricca di atmosfera festosa e natalizia con luci scintillanti, alberi addobbati e decorazioni per il Capodanno, che la trasformano in un luogo ideale per festeggiare. Playa del Carmen offre una vasta gamma di ristoranti che servono piatti di pesce fresco e cucina messicana autentica che con il suo sapore unico arricchirà l’esperienza del cenone. Oppure cenare sulla spiaggia in uno dei numerosi splendidi resort. E invece di fare il pupazzo di neve, puoi partecipare a emozionanti attività all’aria aperta. Snorkeling o immersioni nelle cristalline acque dei cenotes locali, esplorare le rovine maya di Tulum o Coba, o fare escursioni nella giungla circostante. 

2 – Sharm el Sheikh: un’oasi moderna e lussuosa tra mare e deserto

Sharm el Sheikh, situata sulla punta meridionale della penisola del Sinai in Egitto, è da lungo tempo una delle mete turistiche più amate al mondo. Questa affascinante località balneare offre un’atmosfera di relax, l’opportunità di esplorare incredibili tesori subacquei e una vasta gamma di attività. Le sue acque cristalline sono rinomate per la ricca vita marina e per i siti di immersione di fama mondiale come Ras Mohammed e Tiran Island. Gli appassionati di snorkeling e immersioni potranno esplorare gli straordinari coralli della barriera e gli affascinanti pesci tropicali in un ambiente spettacolare. Nell’entroterra le attività includono escursioni nel deserto, gite in cammello, visite nelle oasi. Qui la cultura egiziana e la storia millenaria si fondono con il lusso moderno in meravigliosi resort ricchi di ogni comfort, dove il Capodanno viene celebrato in grande stile, con esclusive cene di gala e spettacoli dal vivo fino a mezzanotte. 

3 – Turchia: un affascinante incrocio di culture dove l’Oriente incontra l’Occidente

Questa nazione straordinaria a cavallo tra Europa e Asia si distingue per la sua ricca storia, la sua straordinaria bellezza naturale e la sua affascinante cultura. A partire da Istanbul, una metropoli vibrante e poliedrica adornata da meravigliose architetture, tra cui la storica Basilica di Hagia Sophia e la Moschea Blu, che parlano del lussuoso passato imperiale. I vivaci bazar, come il Gran Bazar e il Bazar delle Spezie, offrono un’esperienza sensoriale indimenticabile. La regione della Cappadocia, celebre per le sue bizzarre formazioni rocciose, città sotterranee e meravigliosi paesaggi lunari. I voli in mongolfiera a Goreme al mattino sopra i “fairy chimneys” e le valli color pastello.

La Turchia ospita poi anche numerose rovine, tra cui quelle di Efeso e Troia, che riportano i visitatori indietro di millenni, immersi in storie di eroi mitologici e imperi decaduti. La costa turca, bagnata da quattro mari differenti, offre una straordinaria varietà di spiagge, calette e penisole. La Riviera Turca, o Costa Turchese, offre acque cristalline, spiagge sabbiose e affascinanti città come Antalya e Bodrum. Dal lato opposto, la costa egea stupisce con i suoi uliveti, le sue acque termali e le isole incantevoli. Non dimentichiamoci poi la ricca tradizione culinaria locale, un viaggio avventuroso per il palato. Insomma il luogo ideale per trascorrere gli ultimi giorni dell’anno immersi in storia e cultura, esplorazione, ma anche relax e una coinvolgente vita notturna animata dalla gente locale, famosa per la sua gentilezza e ospitalità. 

4 – New York: salutare il nuovo anno in maniera indimenticabile nelle grande mela

Un viaggio per veri festaioli ed amanti dello spettacolo e del divertimento. Impossibile infatti elencare tutte le possibilità che New York può offrire durante il periodo delle feste ed in particolare a Capodanno. In questo caso possiamo davvero parlare della città che non dorme mai, dove ogni angolo è testimonianza della voglia di vivere che qui scorre fortissima, con un’infinità di locali e feste a cui partecipare. Trascorrere il Capodanno a New York è un evento da film con un unico comune denominatore: la Ball Drop a Times Square a mezzanotte. Qui nella piazza più famosa del mondo grandi nomi della musica internazionale intrattengono la folla, in un crescendo di adrenalina fino alle 23.59 quando la New Year’s Eve Ball inizia la veloce discesa e alle 00.00 si illumina dando il via ad una esplosione di coriandoli e confetti, fuochi d’artificio e colori luminosi che illumineranno a giorno la piazza. In alternativa una splendida crociera nella baia di New York che garantisce viste spettacolari sulla città illuminata dai fuochi d’artificio, oppure la rinomata cornice di Central Park, dove a mezzanotte inizia lo spettacolo pirotecnico. 

5 – Maldive: un sogno in mezzo al mare per staccare dal resto del mondo

Curiosi di sapere come i maldiviani festeggiano il Capodanno? Nelle isole abitate dai pescatori, ad esempio, viene preparata una cena a pochi passi dal mare e si respira un’atmosfera di festa, grazie alla musica a agli immancabili fuochi d’artificio. In compagnia degli abitanti delle isole, dal temperamento rilassato e festoso, il vostro Capodanno alle Maldive sarà davvero indimenticabile. Ma questa atmosfera di convivialità la si potrà ritrovare anche nei meravigliosi resort dove la tradizione locale e il lusso si uniscono. La musica dal vivo, l’ottimo cibo e naturalmente un brindisi in spiaggia nello scenario incantato dell’arcipelago maldiviano sono sicuramente il programma ideale per salutare l’anno immerso in un clima tropicale, ma non per questo meno festoso. Che sia su un bungalow sull’acqua cristallina o in una villa sulla spiaggia bianca di questi atolli, qui si festeggia con classe. 

6 – Londra: la città delle feste più magica d’Europa è il luogo ideale in cui accogliere il nuovo anno

Regale e scintillante sempre, nel periodo delle feste la capitale del Regno Unito sembra indossare il suo vestito più bello trasformandosi in una delle mete più iconiche per festeggiare Natale e Capodanno. Questa città incantata offre in questo periodo ancora più esperienze, tutte ovviamente a tema, senza contare l’atmosfera da sogno che si respira all’angolo di ogni strada grazie alle sue splendide luminarie. Qui il clima è certamente quello più tradizionale e invernale che si possa immaginare, contornato dalla neve e dai piatti tipici delle feste. Splendidi ristoranti di ogni genere elaborano magnifici menù per l’ultimo dell’anno mentre i locali e i teatri si riempiono di spettacoli ed eventi nell’attesa dell gran finale che riempirà il cielo della città di fuochi d’artificio. Lo spettacolo avviene dal London Eye (la ruota panoramica di fianco Westminster Bridge) ed inizia allo scoccare della mezzanotte.

 

Apriremo il libro. Le sue pagine sono bianche. Le riempiremo con le nostre parole. Il libro si chiama “Opportunità” e il suo primo capitolo è “Capodanno”.
(Edith Lovejoy Pierce)