Dopo Trump eletto prima sui Simpson e poi nella realtà, ecco un’altra profezia da uno dei fumetti più famosi del mondo

La storia è Zio Paperone e il turismo virtuale.

In pratica Paperone si lancia nell’impresa di mandare robot in tutto il mondo che possono essere guidati a distanza da Paperopoli con dei visori e sensori di movimento. Città scelta per l’inaugurazione del “fantaturismo” fu Venezia.

Ti ricordo l’anno, 1995.

Nella migliore delle ipotesi avevamo il telefono Tacs, altro che i visori.

E’ notizia di pochi giorni fa che un’Università Giapponese ha usato dei Robot comandati a distanza per far conseguire agli studenti la Laurea in tempi di Corona Virus.

Gli studenti della Business Breakthrough University di Tokyo non hanno ricevuto una cerimonia tradizionale a causa del coronavirus, ma hanno avuto la cosa migliore da fare. Utilizzando robot “Newme” con un tablet per ospitare una chiamata Zoom, i laureati hanno avuto l’esperienza di attraversare il palco e accettare i loro diplomi all’Hotel Grand Palace di Tokyo, praticamente il 28 marzo.

I laureati hanno visto e vissuto la cerimonia attraverso Zoom.
Gli avatar erano controllati dai pochi laureati che hanno partecipato fisicamente alla cerimonia.
Quando fu chiamato il nome di un laureato, l’avatar si trasferì al presidente dell’università, Omae Kenichi, che stava sul palco. La faccia del laureato apparve sul tablet in modo che potessero provare a ricevere un diploma.

Non siamo ancora proprio al turismo virtuale profetizzato dal Papero più ricco del mondo ma poco ci manca 🙂

Vedremo presto tanti robot Newme aggirarsi all’interno del museo degli Uffizi?



Seguici anche sul nostro nuovo CANALE TELEGRAM https://t.me/oceanyatravelexperience