Privacy Policy
da €235,00
Dettagli

DA MONET A MATISSE, IL MODERNISMO FRANCESE A PADOVA 13-14 Aprile 2024

Padova, Province of Padua, Italy
Non votato

Durata

2 giorni 1 notte

Tipo di Tour

Tour a date fisse

Gruppo

Non Specificato

Lingue

___

Panoramica del Tour

SCARICA IL PROGRAMMA DEL VIAGGIO:

PRENOTA QUI IL TUO VIAGGIO

DA MONET A MATISSE, IL MODERNISMO FRANCESE A PADOVA 13-14 Aprile 2024

Mostra organizzata dal Brooklyn Museum

Già protagonista del panorama artistico e culturale italiano, Palazzo Zabarella si conferma primattore in un dialogo internazionale con enti di grande caratura. Prima di una ricca serie di collaborazioni con istituzioni di fama mondiale che si concretizzerà nel tempo in eventi esclusivi, Palazzo Zabarella parte da Brooklyn!

Il Brooklyn Museum di New York è nato nel 1823 come Brooklyn Apprentices’ Library Association e vanta una collezione permanente di oltre 140mila oggetti (dall’arte egizia a quella contemporanea).

E’ il secondo museo d’arte di New York e uno tra i più grandi degli Stati Uniti. Inoltre, è considerato un pioniere tra le istituzioni di raccolta americane e riconosciuto come uno dei principali depositari del modernismo francese del nord America.

Da DICEMBRE 2023 si accendono i riflettori sul modernismo francese con la mostra “Da MONET a MATISSE. French Moderns, 1850–1950” che presenta 59 opere provenienti dalla straordinaria collezione europea del Brooklyn Museum.

Autentico evento vede quali curatori due membri del talentuoso staff del museo newyorkese: Lisa Small, Curator Senior di Arte Europea, e Richard Aste, ex Curatore di Arte Europea, Brooklyn Museum, che hanno selezionato i capolavori di pittura e scultura presenti in mostra dalla collezione del museo.

“Da MONET a MATISSE. French Moderns, 1850–1950”, racconta di uno dei secoli più affascinanti della storia dell’arte, quando gli artisti si allontanarono dalla tradizione artistica accademica per concentrarsi su soggetti della vita quotidiana. Ma non solo. Celebra anche la Francia come centro artistico del modernismo internazionale dalla metà dell’Ottocento alla metà del Novecento.

Grandi nomi e grandi opere in mostra a partire da Monet e Cézanne, per continuare con Léger, Morisot, Renoir, Degas, Matisse, Courbet, Corot, Rodin e Chagall…

L’arte moderna francese ha rappresentato un fulcro di innovazione e di trasformazione estetica tra il 1850 e il 1950, un periodo caratterizzato da tumultuosi cambiamenti sociali, politici e tecnologici. Quest’epoca vide la Francia affermarsi come epicentro dell’arte mondiale, con Parigi al centro di un vortice creativo che attirò artisti da ogni angolo del globo. Tra i protagonisti di questo secolo rivoluzionario spiccano in modo particolare due figure: Claude Monet e Henri Matisse, ciascuno dei quali ha contribuito a riscrivere il linguaggio visivo del proprio tempo.

Il viaggio nell’arte moderna francese inizia con la rivoluzione industriale e i cambiamenti socio-politici che hanno fornito un nuovo contesto urbano e industriale per l’arte. In questo clima di rinnovamento, nasce il movimento dell’Impressionismo, e con esso Claude Monet (1840-1926), la cui opera diventa sinonimo di una delle più grandi fratture stilistiche nella storia dell’arte.

Monet fu un pioniere nel liberare la pittura dalle catene della rappresentazione accurata e dell’imitazione della realtà. Al contrario, con i suoi pennellate rapide e i suoi studi sulla luce, Monet cercava di catturare l’essenza effimera e le variazioni atmosferiche del momento. La sua serie di opere, come quelle dedicate alla Cattedrale di Rouen, esplorano la mutabilità della luce e del colore a seconda dei diversi momenti della giornata e delle stagioni, proponendo una visione personale e soggettiva della realtà che si contrapponeva alla rappresentazione oggettiva tipica dell’arte accademica.

Monet e gli impressionisti erano inclini a lavorare “en plein air”, ovvero all’aperto, per catturare l’immediato impatto visivo del paesaggio. Questo approccio diretto permetteva loro di esplorare gli effetti della luce naturale e di esprimere sensazioni transitorie. Opere come “Impression, soleil levant” (1872) non solo diedero il nome al movimento, ma segnarono anche una sfida alle convenzioni artistiche dell’epoca, utilizzando colore e luce per comunicare un’esperienza sensoriale piuttosto che dettagli esatti.

Se Monet si concentra sulla percezione visiva, l’altro gigante dell’arte moderna francese, Henri Matisse (1869-1954), spinge l’indagine sull’arte in una direzione ancora più astratta e decorativa. Matisse, il cui percorso si sviluppa a cavallo tra la fine del XIX secolo e la metà del XX, si muove in direzione di ciò che verrà chiamato il Fauvismo, una corrente che si distingue per l’uso audace e spesso non naturalistico del colore.

Le opere di Matisse si contraddistinguono per la loro vivacità e per una tendenza all’armonia compositiva che si avvale di una tavolozza di colori puri e di forme semplificate. Il suo celebre dipinto “La Danza” (1910) è un esempio emblematico dell’equilibrio tra espressionismo emotivo e controllo compositivo. Le figure, con i loro contorni semplificati e i colori piatti, trasmettono un senso di movimento spontaneo e gioioso, pur essendo accuratamente bilanciate all’interno dello spazio del quadro.

Durante la prima metà del XX secolo, Matisse continuò a sviluppare il suo stile, passando attraverso varie fasi, inclusi il suo periodo “orientalista” e quello in cui le sue opere venivano quasi ridotte a collage di colori puri e forme essenziali, come nelle sue famose “gouaches découpées”. Con queste opere, Matisse trasformava la pittura in un territorio che flirtava con il tridimensionale, preparando la strada a future esplorazioni artistiche nell’ambito dell’astrattismo e oltre.

Quota di partecipazione: 235€

Biglietti con visita guidata: 22€

DA VEDERE ASSOLUTAMENTE

  • Padova
  • Palazzo Zabarella
  • Arte
  • Espressionismo
  • Arte moderna

Programma

13 Aprile
13 Aprile

Partenza la mattina presto in bus per Padova. Arrivo in mattinata. tempo libero per prendere confidenza con la bella città veneta. Pranzo libero. Nel pomeriggio ingresso alla Mostra “Da MONET a MATISSE. French Moderns, 1850–1950” che presenta 59 opere provenienti dalla straordinaria collezione europea del Brooklyn Museum. Dopo la visita alla Mostra check in in Hotel. Cena e Pernottamento.

14 Aprile
14 Aprile

Dopo la colazione incontro con la guida e visita guidata della città. Padova, gioiello del Veneto, è un affascinante connubio di storia, scienza e spiritualità. Famosa per la basilica di Sant'Antonio, meta di pellegrinaggio, e l'antichissima università, dove insegnò Galileo Galilei, questa città respira cultura ad ogni angolo. I suoi canali serpeggianti ricordano la vicina Venezia, mentre gli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni sono un capolavoro che anticipa il Rinascimento. Passeggiare per Prato della Valle, una delle piazze più grandi d'Europa, è un'esperienza che sintetizza lo spirito vivace e storico di Padova. Dopo la visita tempo libero per il pranzo libero. Nel pomeriggio ripartenza pe rla città di partenza.

La Quota Include/La Quota Esclude

  • Viaggio in bus
  • Accompagnatrice Oceanya.it
  • 1 notte in hotel 3/4 stelle
  • 1 cena in hotel
  • 1 colazione
  • Visita guidata di Padova
  • Assicurazione medico bagaglio
  • Bevande ai pasti
  • Biglietti Mostra Euro 15
  • Extra e mance personali
  • Assicurazione Annullamento Facoltativa (Euro 22)
  • Tutto quello non menzionato in "La quota include

Località del Viaggio

Padova, Province of Padua, Italy
da €235,00

Richiesta Informazioni

    Ti potrebbero interessa anche

    Teniamoci in Contatto

    News, Offerte, Racconti di Viaggio

    Iscrizione Newsletter

    *Non ti invieremo mai Spam

    × Whatsapp